domenica 11 febbraio 2007

Grazie Sara

Ciao a tutti.
Prima di leggere il post, leggetevi questo articolo che mi ha spinto a scriverlo.
http://www.repubblica.it/2007/02/sezioni/scuola_e_universita/servizi/bullismo-3/predappio/predappio.html

Letto??

Non si chiama Sara, essendo minorenne, il giornale ha messo un nome di fantasia.
Ma poco importa.

Vorrei ringraziarti, per il tuo coraggio.
Vorrei ringraziare i genitori, per il modo intelligente con cui hanno affrontato il problema.

Vorrei aggiungere qualche mia considerazione, serve a questo un blog.

Da diverso tempo, parlando con i miei due figli, leggendo, navigando, cercando di tenermi informato mi sto rendendo conto che stiamo sbagliando qualcosa.

Guardo i miei ragazzi, crescono sani, belli, non gli manca niente, o quasi niente, ma forse stiamo dimenticando, noi stessi per primi, e poi ai nostri figli di insegnare qualcosa di veramente importante.

Quindi leggendo l' articolo di Repubblica, e conoscendo i miei figli (che sono dei tipici adolescenti uno di 18 e l' altro di 15 anni),
mi chiedo se abbiamo spiegato abbastanza il significato e il valore di democrazia.

Se abbiamo parlato loro di cosa significa la mancanza di democrazia.

Se abbiamo spiegato loro cosa fosse un campo di concentramento.

Se abbiamo fatto capire cosa significasse in quei tempi, essere ebreo.

Se lo sappiamo, noi?????????

Se lo abbiamo chiarito a noi stessi!!!!

Perchè??

Perchè non è detto che non possano tornare tempi in cui un tiranno decida per tutti.

Perchè non è detto che io mi trovi dalla parte giusta, potrei essere per qualche motivo dalla parte di quelli che vengono perseguitati...

Ed allora ho deciso di trovare il tempo di farlo in casa nostra, partendo dal articolo di repubblica, e spiegando cosa significhi democrazia.

Spiegando che, nel caso di Sara, il problema non è andare a Predappio,
ma il motivo per cui si va a Predappio.

Mi spiego meglio, Predappio si trova in Emilia Romagna, vicino a Forli, ed è nota per aver dato i natali a Benito Mussolini.

Se visitare Predappio significa visitare un luogo storico, dopo averlo inquadrato nel contesto del epoca, aver parlato di cosa Mussolini e il fascismo hanno fatto di bene e di male, per trarne delle conclusioni ed evitare che nel futuro accadano errori fatti nel passato.

Questo è giusto.

Se la visita (attenzione, fatta con la scuola, privatamente ognuno fa quello che vuole!!), significa adulazione di un personaggio politico, senza spirito critico, senza la possibilità di valutarne gli aspetti positivi e negativi, e di formarsi una propria opinione allora questo è sbagliato.

Attenzione: lo stesso discorso è valido, se si dovesse visitare la citta natale di Lenin o di Stalin.

E allora "Grande Sara", perchè con il tuo coraggio, hai creato un caso, che permetterà ad ognuno di pensare, di parlarne, di confrontarsi, e trarre delle conclusioni.

Pensare, ad esempio che se fossimo in un regime "di sinistra" quei ragazzi "di destra", non avrebbero potuto andare a Predappio.

Pensare, ad esempio che se fossimo in un regime "di destra", forse Sara non esisterebbe perchè il nonno di Sara, sarebbe forse morto nel campo di concentramento, e lei non sarebbe mai nata.

Pensare che forse il più grande valore che abbiamo ereditato dai nostri nonni, è proprio la democrazia in cui viviamo.

Imperfetta forse, ma bella comunque perchè ognuno nel reciproco rispetto può dire e fare ciò che gli sembra più giusto.

Di nuovo, Grazie Sara

Nessun commento:

Posta un commento