sabato 26 maggio 2007

Dedicato ad una blogger


Ci sono persone che si conoscono benissimo,
le vedi tutti i giorni,
ci parli tutti i giorni,
eppure non le conosci.

Ci sono persone che non conosci,
e forse non conoscerai mai.
Non le vedi tutti i giorni, non ci parli tutti i giorni.
Eppure le conosci bene.




Le conosci perchè parlano la tua stessa lingua,
la lingua del cuore, dei sentimenti,
della voglia di esprimersi,
di mettere a nudo la propria anima.

A volte per dire cose semplici,
mai banali, perchè vere,
quando escono dal cuore.

Ma non le puoi ascoltare,
le puoi solo leggere,
sono le persone che scrivono nei blog,
nei blog veri,
quelli in cui quando li leggi vedi la loro anima,
vedi la loro sofferenza, vedi la loro felicità.

La cosa strana, è che ti guardi attorno,
hai tanti amici, mille colleghi, montagne di parenti e conoscenti,
e ci parli, scambi milioni di parole, di immagini, di cose,
ma non riesci ad andare oltre quel invisibile muro di gomma,
non riesci a conoscerli.....

Succede invece leggendo i blog,
di leggere cose bellissime,
leggi pensieri, opinioni, domande,
che ti fanno tirare un sospiro di sollievo,
e pensare che fino a che leggi questi post,
c' è speranza e che non sei solo
a chiederti perchè,
non importa quale perchè?
ma a continuare a chiederti perchè?

E' ti accorgi che ci sono migliaia di blog,
di persone che conosci,
non le hai mai viste,
ma le conosci perchè parlano la tua lingua.

E ti regalano la stessa emozione, di quando guardi il cielo stellato,
milioni di stelle, tutte assieme a brillare, ognuna per se,
ma tutte assieme in uno spettacolo che ti toglie il fiato.

Voglio per concludere, dedicare questo mio post,
a una stella che sta brillando di meno.

E' una blogger, una persona che non ho mai visto,
se non attraverso le sue foto, che sta attraversando uno strano periodo,
e ha perso la voglia di scrivere.

Mi dispiace.

I periodi, non sono tutti uguali, e ci sono momenti in cui per poter dire qualcosa,
qualcosa di vero, bisogna fermarsi, e stare in silenzio, ad ascoltare e ascoltarsi.
Spero che sia solo questo, e che presto torneremo a leggerti.

Forza Curly.

sabato 5 maggio 2007

Buon giorno!!!!!!!!

Sembra impossibile, in tutti i giorni della settimana penso:
Dai forza, manca un giorno o due a sabato, e sabato cascasse il mondo dormo.
E invece eccomi qui sono le 05.20 e mi sono alzato,
apro le finestre, assaporo l' aria fresca.

Mi lamento, ma in fondo, mi piace.
Fin da quando ero piccolo, mi piace svegliarmi presto, e ascoltare il mondo...

Ti accorgi, che è bello, anzi bellissimo,
e ascolti il silenzio di questa nuova giornata,

nuova, mai scritta, mai letta, mai vissuta,
e oggi potrebbe succedere di tutto.

Tutto il bello del mondo, e tutto il peggio del mondo.

Anche nella tua vita.
Potresti trovare le risposte che cercavi da anni,
Potresti trovare la persona che cerchi,

Ma tu non lo sai, e ti rimane solo che fare una cosa:
viverla, viverla con tutto l' impegno, la passione, l' allegria, la forza di cui sei capace
per scrivere poi stasera:

Sabato 05 Maggio 2007, è finita la giornata, valeva la pena di viverla..........

venerdì 4 maggio 2007

I 5 libri più belli che ho letto........



Ciao a tutti,
rieccomi qui.

E' da un po' che non scrivevo, anche se mi riprometto di farlo più spesso.

Ma stasera prendo spunto da un post di Curly,
per continuare la catena lanciata da Perlina, di indicare i 5 libri più importanti della nostra vita.




Dunque, i 5 libri più importanti della mia vita:

1) La metamorfosi di Kafka: perchè mi ha insegnato il vero significato di cosa significa sentirsi "diverso".

2) Baudolino di Umberto Eco: bello, bellissimo, come molti altri libri di Umberto Eco, mi ha insegnato che la vita è cosi strana, cosi imprevedibile che bisogna prenderla con il sorriso, gustare il momento fino in fondo, e coglierne l' ironia anche nei momenti più difficili.

3) Cent' anni di Solitudine di Gabriel Garcia Marquez: perchè mi ha affascinato, di più mi ha stregato.

4) Gente di Dublino di Joyce, perchè mi ha insegnato ad essere un genitore migliore, o almeno a provarci...

5) e infine due saggi, Il Secolo Cinese e L' impero di Cindia di Federico Rampini : due libri che mi hanno aperto gli occhi su quello che sta avvenendo, e fatto capire che non esistono soluzioni facili a problemi complessi.
Ne ho parlato in un precedente post.

A presto, prometto che scrivero di più.