sabato 6 settembre 2008

Recensione: La coscienza di Zeno di Italo Svevo

 

  Qualche giorno fa' ho finito di leggere il libro "La coscienza di Zeno", di Italo Svevo.

Il libro racconta la vita di Zeno Cosini, che impareremo a conoscere attraverso quello che scrive prescrittogli come terapia.

Zeno Cosini infatti ritiene di essere malato, ma è in realtà un malato immaginario, con una grande paura di vivere e di affrontare le proprie debolezze.

Il libro non mi è piaciuto particolarmente al inizio, ma poi un po' alla volta ti prende, e seguendo la vita e le vicende permette di aprire una finestra sulla società triestina del inizio del secolo scorso.

Inoltre penso che ognuno di noi è "Zeno Cosini", con le proprie paure, e malattie piu' o meno immaginarie, ed è facile immaginarsi al suo posto.

Difficile come per lui  è staccarsi dalle proprie abitudini.

Ma non posso dire molto di piu'. Non mi ha affascinato e preso come altri libri ( es Resurrezione di Tolstoj).

1 commento:

  1. Non ti ha affascinato...per me è stupendo ..Svevo è riuscito a descrivere ciò che in realtà è inspiegabile...quanti perchè rimarranno tali..

    RispondiElimina