giovedì 9 ottobre 2008

Sostegno

 

Domani i ragazzi di molte scuole sciopereranno contro la riforma proposta dal ministro Gelmini e approvata dal governo.

Delle rivendicazioni non condivido tutto, ma condivido l' idea che questo non sia il modo per risolvere il problema.

Vorrei mandare loro tutto il mio sostegno, perchè ritengo che quello che sta succedendo sia secondo me grave.

Prego che i ragazzi che aderiranno sapranno dimostrare una grande maturità, essendo informati e chiedendo una scuola di qualita'.

Vi segnalo a tale proposito un sito dove si possono raccogliere diverse informazioni

http://www.studentinpiazza.it/dblog/

Credo che la scuola italiana vada cambiata, la ho vissuta e la sto vivendo attraverso i miei due figli adolescenti che frequentano l' universita' e le superiori.

Credo che vada cambiata, ma non in questa maniera.

Questo è un sistema per fare cassa.

Credo fermamente che NON VADANO TAGLIATI FONDI ALLA SCUOLA, ma anzi che vadano raddoppiati!!!

Vorrei vedere gli insegnanti pagati il doppio, se lo meritano. Ma con la possibilita' di essere valutati, e se non vanno bene rimossi.

Credo che la scuola debba essere laica, pubblica.

Credo che debba essere selettiva, ma anche capace di fare inclusione, non solo selezione.

Credo che una riforma non debba essere calata dal alto, ma partire da una grande riflessione di tutte le componenti scolastiche (docenti, studenti, genitori) chiedendoci cosa veramente vogliamo dalla scuola, e ripartire da queste basi.

Vorrei l' impossibile, una scuola in cui i docenti, i genitori, gli studenti comunichino strettamente e condividano lo stesso progetto educativo, chiaro e visibile a tutte le componenti.

In cui sia chiaro e scritto l' obiettivo finale, materia per materia.

In cui siano chiare le modalita' per raggiungerlo, in cui sia chiaro e condiviso da tutti (genitori, studenti, docenti) il metodo per verificare le competenze acquisite.

Nei provvedimenti di questo governo non trovo nulla di questo.

Nessun commento:

Posta un commento