sabato 6 dicembre 2008

Dubbi

 

Come sicuramente vi sarete accorti nel mondo e particolarmente in Italia, viviamo dei momenti veramenti difficili sotto molti aspetti, quali quello economico, sociale e politico.

In questa fase vanno prese decisioni a livello politico ed economico che se non decideranno, sicuramente indicheranno la strada di quello che saremo noi tutti "da grandi".

Ho letto infatti con grande piacere, che tra le intenzioni di Obama c'è quella di investire con decisione ingenti risorse economiche verso l' ambiente e tutto quanto ne è legato, questo per ovi motivi (forse è il caso di inquinare meno, che ne dite?).

Ma non è solo un impeto di ambientalismo a guidare queste scelte, in effetti anche in questo ottimo articolo del Corriere della Sera, si parla di una possibile "terza rivoluzione industriale" legata allo sviluppo di teconologie legate al ambiente.

Chiaro che se cosi fosse ne conseguirebbe un forte sviluppo economico con conseguente aumento di posti di lavoro e crescita del Pil.

Mi stupisce a questo punto, la posizione del governo italiano rappresentata dal Ministro Prestigiacomo alla conferenza di Poznan, (in sostanza dice che costerebbe troppo alla nostra industria e che comunque se le grandi economie tipo Cina, India e Usa non lo fanno serve a poco) e le scelte fatte dal Ministro Tremonti  in merito alle detrazioni per chi fa' per la propria casa scelte tese a renderla ecologicamente piu' efficente (che di fatto ha reso molto piu' difficile avere la detraibilità di quanto speso in questo settore).

Capisco chiaramente che le condizioni (disastrate) delle nostre finanze pubbliche non permettano molte iniziative, pero' mi chiedo:

Ma noi come "Sistema Italia" rappresentato da tutta la nazione, non  riusciamo mai a prendere il treno dello sviluppo in tempo?

Ci siamo persi la seconda rivoluzione industriale (l' informatica) e ora chiaramente ci attrezziamo per perdere la terza?

E' pazzo Obama a fare scelte di questo tipo? O come sempre mentre il Titanic Italia si inclina sempre di piu' pensiamo che comunque ci salveremo perchè siamo i piu' simpatici?

Forse non era il caso di lasciare perdere per esempio Alitalia, e puntare sul ambiente?

Mah? Boh?

1 commento:

  1. Dopo il blog RIDO MA NON RIDO, SDRENG e SEGNAVIA... mado... che botta di tristezza... non so che dirti. Più che dirti che siamo in Italia... abbiamo il governo che la maggioranza ha votato... cosa vuoi??? Non ci resta che l'amarezza e la piccola soddisfazione di non essere la maggioranza!

    RispondiElimina