lunedì 13 aprile 2009

Recensione: Crack di Charles Morris

Le conseguenze di questa crisi economica sono pesanti, persone che vengono licenziate, persone che hanno riduzioni di stipendio ecc...

Sta succedendo anche a me e non sono poche le preoccupazioni e i pensieri, ma anche in queste occasioni a causa del maggior tempo libero possono capitare opportunità come quella di scoprire una nuova biblioteca.

Naturalmente mi ci sono subito iscritto, e ho trovato dei libri davvero interessanti, tra cui questo.

Il libro parla della recente crisi economica, e mi attirato subito.

Da quando la crisi  ha iniziato a manifestarsi nella meta del 2008 ho cercato su quotidiani, riviste e altro di raccogliere notizie sulle vicende legate a questa crisi economica.

Ho organizzato il tutto su un file in maniera logica e sequenziale includendo tutti gli avvenimenti che ci hanno portato a questa situazione, e mano a mano che leggevo nuove notizie le aggiungevo.

Questo mi ha permesso di inquadrarla in tutta la sua drammaticità, e  di meglio comprendere tutto quello che accadeva successivamente.

La lettura del libro, devo dire non è delle piu' facili, (non lo leggi come un romanzo) non tanto perchè sia scritto male, ma perchè in alcuni passaggi decisamente almeno che non sia il Vs settore richiede la massima attenzione e meglio ancora di carta e penna per schematizzare i vari concetti.

Il libro parte prendendola molto larga dagli anni 80 descrive come e perchè siamo arrivati a questa crisi, fa nomi e cognomi di chi doveva/poteva evitarla e/o prevenirla, e alla conclusione del libro indica le possibili soluzioni.

E' in libro decisamente migliore riguardo a quello di Tremonti "La paura e la Speranza". Decisamente piu' esaustivo, meno retorico, piu' chiaro e diretto.

Vi consiglio di leggere prima quello di Tremonti poi questo.

Mi sono ripromesso di leggere di piu' riguardo al economia, i fatti del economia e della finanza possono sembrare distanti dalla nostra vita quotidiana, ma poi come in questa crisi  ci si accorge che in realta' sono terribilmenti vicini, e condizionano la nostra vita.

Va letto questo libro quanto meno per evitare di esprimere al riguardo le classiche soluzioni da "bar",
per essere informati, capire e se possibile scegliere meglio.

Ho la netta impressione che oggi, l' uomo medio spesso in realta' non si occupi piu' di niente. Ci scivola tutto, scivolera anche questa crisi?

Nessun commento:

Posta un commento