sabato 10 luglio 2010

Di quando una foglia che cade ti parla della vita....

 

Ero parte del bosco,

ero parte di qualcosa di grande,

come me, tante, piccole, verdi foglie,

piene di vita,

e insieme davamo senso alla nostra esistenza. 

 

 

Sotto i grandi rami, noi proteggevamo la vita, dal sole caldo e battente.

Poi i giorni hanno cominciato a correre rapidi, intensi e sfuggenti.

Ingiallivo un po' alla volta, e avevo paura,

paura di non fare più parte di qualcosa di grande,

paura della vita che scappa e non la hai presa, non la hai vissuta, non la hai capita.

 

Paura semplicemente di non essere più nulla,

e il giorno è arrivato,

in cui ho perso il colore, ho sentito scivolare la vita,

sempre più lontana,

e lievemente quasi come una danza,

con leggiadra lentezza sono caduta volteggiando sulla terra,

 

Allora, solo allora quando ho toccato la terra, ho capito.

Sono di nuovo e sarò sempre parte di qualcosa di grande,

sono di nuovo parte del bosco.

1 commento:

  1. io amo il bosco... amo la sensazione che si prova camminando tra i suoi sentieri... odorando i suoi profumi, il verde balsamico...
    che poesia splendida.

    RispondiElimina