sabato 28 agosto 2010

Ci vuole coraggio

 

In quest' epoca in cui la cosa più facile è dire cosa gli altri dovrebbero fare, ma non cambiare le proprie opinioni o abitudini negative.

In quest' epoca in cui tutto è relativo, tutto è giusto, tutto è opinabile,  anche il bene e il male, anche il nostro comportamento; e invece non è mai cambiato nulla, semplicemente ci siamo  ritagliati un  vestito di ipocrisie per coprire il fatto che alcune cose sono sbagliate e non vogliamo cambiare in meglio.

In quest' epoca in cui la massima aspirazione sono tanti soldi che si riempiono la vita, ma non ti cambiano dentro o se lo fanno è in peggio, e quindi se valevi poco  con pochi soldi, dopo sarai uno con tanti soldi ma che vale comunque poco.

In quest' epoca in cui ci sentiamo superiori della nostra civiltà occidentale, delle nostre tradizioni; ma in verità non sapremo spiegarne le basi e il perchè pensiamo e agiamo così.

In quest' epoca in cui non conosciamo, ne leggiamo i testi che hanno formato la nostra cultura collettiva, il nostro modo di vedere e interpretare i fatti, ma pur non avendoli letti e capiti li riteniamo "superiori".

In ques' epoca in cui la parola "diversità" è un problema, e non un opportunità.

In quest' epoca in cui non ci si accorge che la civiltà umana è progredita solo quando culture diverse hanno imparato a convivere e contaminarsi con il meglio di ognuna di esse nel reciproco rispetto, mentre è più facile contrapporsi l' una contro l' altra.

In cui c'è sempre qualcuno che sa tutto, che sa come risolvere tutto, e ti viene sempre meno chiesto di pensare da te stesso. Anzi se non pensi è proprio meglio..

In quest' epoca in cui lo slogan potrebbe essere "Si salvi chi può e chi se ne frega del altro" forse è il caso di accettare la sfida di una preghiera e di smetterla di sopravvivere e di cominciare a vivere.

Certo ci vuole coraggio!

 

La vita è un'opportunità, coglila.

La vita è bellezza, ammirala.

La vita è beatitudine, assaporala.

La vita è un sogno, fanne realtà.

La vita è una sfida, affrontala.

La vita è un dovere, compilo.

La vita è un gioco, giocalo.

La vita è preziosa, abbine cura.

La vita è ricchezza, valorizzala.

La vita è amore, vivilo.

La vita è un mistero, scoprilo.

La vita è promessa, adempila.

La vita è tristezza, superala.

La via è un inno, cantalo.

La vita è una lotta, accettala.

La vita è un'avventura, rischiala.

La vita è la vita, difendila.

La peggiore malattia oggi

e’ il non sentirsi desiderati

ne’ amati, il sentirsi abbandonati.

Vi sono molte persone al mondo

che muoiono di fame,

ma un numero ancora maggiore

muore per mancanza d’amore.

Ognuno ha bisogno di amore.

Ognuno deve sapere

di essere desiderato, di essere amato,

e di essere importante per Dio.

Vi e’ fame d’amore,

e vi e’ fame di Dio.

Ama la vita così com'è

Amala pienamente,senza pretese;

amala quando ti amano o quando ti odiano,

amala quando nessuno ti capisce,

o quando tutti ti comprendono.

Amala quando tutti ti abbandonano,

o quando ti esaltano come un re.

Amala quando ti rubano tutto,

o quando te lo regalano.

Amala quando ha senso

o quando sembra non averlo nemmeno un pò.

Amala nella piena felicità,

o nella solitudine assoluta.

Amala quando sei forte,

o quando ti senti debole.

Amala quando hai paura,

o quando hai una montagna di coraggio.

Amala non soltanto per i grandi piaceri

e le enormi soddisfazioni;

amala anche per le piccolissime gioie.

Amala seppure non ti dà ciò che potrebbe,

amala anche se non è come la vorresti.

Amala ogni volta che nasci

ed ogni volta che stai per morire.

Ma non amare mai senza amore.

Non vivere mai senza vita!

Il giorno più bello? Oggi.

L’ostacolo più grande? La paura.

La cosa più facile? Sbagliarsi.

L’errore più grande? Rinunciare.

La radice di tutti i mali? L’egoismo.

La distrazione migliore? Il lavoro.

La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento.

I migliori professionisti? I bambini.

Il primo bisogno? Comunicare.

La felicità più grande? Essere utili agli altri.

Il mistero più grande? La morte.

Il difetto peggiore? Il malumore.

La persona più pericolosa? Quella che mente.

Il sentimento più brutto? Il rancore.

Il regalo più bello? Il perdono.

Quello indispensabile? La famiglia.

La rotta migliore? La via giusta.

La sensazione più piacevole? La pace interiore.

L’accoglienza migliore? Il sorriso.

La miglior medicina? L’ottimismo.

La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto.

La forza più grande? La fede.

Le persone più necessarie? I sacerdoti.

La cosa più bella del mondo? L’amore.

Le opere dell’amore

sono sempre opere di pace.

Ogni volta che dividerai

il tuo amore con gli altri,

ti accorgerai della pace

che giunge a te e a loro.

Dove c’e’ pace c’e’ Dio,

e’ cosi’ che Dio riversa pace

e gioia nei nostri cuori.

Siamo solo sassolini buttati nel mare

che fanno increspare l’acqua.

Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,

trova un minuto per ridere.

Inno alla vita - Madre Teresa di Calcutta

1 commento:

  1. Ci vuole coraggio e tanta pazienza! Con un pizzico di ottimismo! :-)

    RispondiElimina